In questi tempi in cui il bisogno è quello di mantenerci forti, stabili e di gestire noi stessi e la mente, l’antica conoscenza del Dhyana Yoga (meditazione) ci insegna come conquistare la nostra mente, come liberarci della negatività, come ottenere stabilità da un senso di perfezione, conforto e gioia che nascono da dentro di noi. Chi non vuole imparare a farne esperienza?

Nessuno ama gli ostacoli. Nessuno ama essere disturbato. Pochi ricordano che la capacità di non esserlo risiede dentro di noi.  Stiamo cominciando a riconoscere il potere della meditazione nel riscoprire questo potere di gestire la mente. Ma ancora pochi si prendono il tempo per fermarsi ogni giorno e rivolgere lo sguardo all’interno per rincentrarsi, ritrovarsi e da lì ripartire.

La pratica della meditazione  – DHYANA YOGA – non è qualche esotica tecnica da sperimentare mentre siamo chiusi in casa e non sappiamo cosa fare. La pratica della meditazione è imparare a “frequentare” uno stato di coscienza che ci appartiene e dal quale viviamo in modo più libero, agile, abile e gioioso. L’arte di fermarsi, di trovare l’equilibrio tra l’esterno e l’interno, tra il fare e l’essere, tra gli altri e noi stessi.

La meditazione è parte integrante dell’esperienza dello yoga, riportandoci ad incontrare noi stessi, a ri-unire i vari livelli della nostra esistenza in una nuova armonia. Imparando a “riposare nell’essere”, a dare spazio al silenzio dentro di noi, ci ritroviamo poi più dinamici e forti, più consapevoli di noi stessi, dei nostri ritmi e battiti, del nostro respiro, dell’energia che si muove e cambia in noi.

  • Allenarci nella meditazione ci aiuta a coltivare uno stato della mente meditativo che rimane con noi nel quotidiano, un background fatto di una maggiore coerenza delle onde cerebrali, che si muovono in modo più unito e sintonico.
  • Coltivare una mente meditativa significa acquisire il controllo della mente, diventare abili a non essere disturbati da ciò che accade intorno a noi – cose, persone, situazioni;  ad osservare anziché reagire; a “stare all’interno” ed uscire solo quando necessario.

Ciò che accade nella nostra mente è ciò che definisce se siamo “meravigliosi” o no! La meditazione è parte della pratica dello yoga.. Ci fa ritrovare energia e connessione. Con noi stessi e con gli altri. E raffina la percezione della nostra bellezza e della nostra unità intrinseca.

YOGA IN PRATICA
“Cosa succede quando sposti la mente dai piccoli desideri e dai pensieri che ti disturbano?
Quando non c’è vento che soffia, la fiamma della candela è stabile. Allo stesso modo, la mente rimane stabile, focalizzata. La mente diventa come un laser. Con il potere dello yoga, emergono in te molte abilità. Diventi più potente.”        Srisriravishankar.

Commento alla Bhagavad Gita, Cap.6 – Dhyana Yoga