“Sono un insegnante di yoga. Faccio la mia sadhana regolarmente. Leggo la conoscenza e faccio anche seva. Mi tengo molto occupato. Ma ho ancora rabbia dentro di me e spesso finisco per litigare. È frustrante. Non riesco davvero a capire cos’altro dovrei fare per tacere dentro. Per favore, spiegami come posso non lasciarmi trasportare dalla rabbia”

Morbi vitae purus dictum, ultrices tellus in, gravida lectus.

 Molti libri sacri di yoga menzionano 6 passioni o nemici della mente:

  • Kama – Desideri

  • Krodha – Rabbia

  • Lobha – Avidità

  • Moha – Attaccamento

  • Mada – Ego

  • Matsarya – Gelosia

Insieme si chiamano Arishadvarga.

Tutte e sei le passioni sono molto forti individualmente ed estremamente potenti collettivamente. Sono interconnesse e correlate. Una conduce all’altra. Sono forti perché in più occasioni e in diversi periodi della tua vita si sono radicate profondamente nel tuo essere interiore. Accumuli e le rendi ancora più forti.

Sono nate da avidya (ignoranza) e sono la causa principale dell’infelicità. Sebbene in alcuni libri vengano definiti “nemici”, io li vedo come sfide, non nemici.

Come l’unico modo per rimuovere l’oscurità è far brillare un po’ di luce lì, l’unico modo per superare l’Arishadvarga, che nasce dall’ignoranza, è attraverso la corretta comprensione e pratica dello jnana yoga, il percorso della conoscenza.

Krodha (rabbia), come il fuoco, può essere sia pericoloso che utile se usato con abilità. Nella maggior parte dei casi, la rabbia è pericolosa poiché le persone mancano di abilità. Nella rabbia fai del male prima a te stesso e poi gli altri. Nella rabbia perdi la tua centralità e la tua chiarezza mentale. La rabbia distrugge le relazioni. Una rabbia eccessiva può danneggiare le tue nadi, i canali energetici, e compromettere gravemente il tuo benessere fisico e mentale. Secondo Bhagvad Gita (2-63), la rabbia alla fine porta alla tua distruzione spirituale.

Nel frattempo fai questo:

Ridi due volte al giorno, per almeno 3 minuti ininterrottamente, una volta al mattino per dare il benvenuto al giorno che ci aspetta e una volta alla sera per dire addio a tutto ciò che è accaduto durante il giorno. Ridi di cuore ma forte e lascia che il tuo corpo si muova con le risate. A volte, quando le cose non sembrano giuste, è difficile ridere, ma ridi lo stesso. Potrebbe darti la forza necessaria per affrontare situazioni difficili.